Centrodestra, la Lega chiude sugli uninominali: Bongiorno a Roma, Giorgetti a Sondrio. FI in conclave da Berlusconi

Posted on

Silvio Berlusconi potrebbe dare forfait ai funerali dell’amico Niccolò Ghedini. L’elicottero del Cav in Sardegna è pronto a decollare stamattina, destinazione Santa Maria di Sala (Venezia), «ma il presidente non ha ancora deciso», spiegano nell’inner circle azzurro. Colpa delle liste di FI, un puzzle ancora scombinato. I posti sicuri sono pochi e anche i big rischiano. Si accapigliano a distanza, eccome, la presidente del Senato, Elisabetta Casellati, legatissima a Ghedini, che vorrebbe il suo collegio Veneto 1. Lo stesso che ha messo nel mirino l’arci-nemica interna, la capogruppo di Palazzo Madama, Anna Maria Bernini, che nella sua Emilia Romagna rischierebbe al proporzionale. Bernini è in Sardegna, a marcare stretto l’ex premier insieme ad Antonio Tajani e Paolo Barelli, e alla fine dovrebbe spuntarla. Casellati sarebbe costretta a ripiegare in Basilicata (le era stato offerto il Molise, rifiutato).

La Lega ieri si è portata avanti, chiudendo le liste degli uninominali. Ne avrà 68 su 221. Confermati tutti i big, da Giancarlo Giorgetti che correrà a Sondrio, al vice Lorenzo Fontana che sarà schierato in Veneto, ai due capigruppo Riccardo Molinari (Alessandria) e Massimiliano Romeo (spostato su Varese, perchè a Monza c’è Berlusconi). Giulia Bongiorno correrà a Roma Est al Senato, Claudio Durigon sarà a Viterbo (nella “sua” Latina dovrebbe essere confermata Giorgia Meloni all’uninominale). Il magistrato Simonetta Matone, come da pronostici, sarà a Roma, alla Camera. Non avrà un collegio Matteo Salvini, che correrà al proporzionale, così come Umberto Bossi nel Varesotto, per Montecitorio.

L’ ultima spina sono le quote rosa. A destra si blocca il valzer delle liste

di Lorenzo De Cicco 18 Agosto 2022
In FdI le liste sono state limate per tutta la notte. La novità è il ritorno di Andrea Augello, storico volto della destra romana, ex sottosegretario. Carlo Nordio ha dato l’ok alla candidatura, dovrebbero esserci anche gli ex ministri Giulio Tremonti e Giulio Terzi di Sant’Agata, più Massimo Gandolfini del Family Day. Tra i centristi, spunta un seggio in Campania per l’ex berlusconiana Maria Rosaria Rossi, mentre Maurizio Lupi sarà a Lecco, con Michela Brambilla dirottata in Sicilia. Anche il Terzo Polo sta per chiudere le caselle: Matteo Renzi, oltre a Milano, sarà in Campania. Carlo Calenda dovrebbe correre a Roma e in Piemonte. Maria Elena Boschi in Calabria.
Fronte 5 Stelle, Giuseppe Conte ha pubblicato gli elenchi notte tempo. Con allegate polemiche, ovvio, perché in tanti che hanno corso alle parlamentarie si sono ritrovati scavalcati dai 15 prescelti dall’ex premier, pluricandidati. Nelle chat affiorano i veleni. Contro l’iper-contiana Vittoria Baldino, paracadutata in Calabria, e Riccardo Tucci, imputato per frode fiscale. Perfino contro il professor Livio De Santoli, capolista blindato alla Camera nel Lazio, per cui qualcuno ha ripescato le intercettazioni del 2010 in cui parla, non indagato, con Diego Anemone, il quale poi racconterà di una «raccomandazione» per un esame universitario. I contiani si consolano con la disfatta dei candidati vicini a Virginia Raggi: da Giuliano Pacetti ad Eleonora Guadagno, tutti esclusi dalle posizioni che contano, dopo avere racimolato un pugno di clic dalla base. L’ex premier potrà contare su truppe parlamentari fidate. Chiara Appendino fa l’en plein: capolista nei 4 collegi del Piemonte. La viceministra Alessandra Todde sarà in Lombardia e in Sardegna. Sempre in terra lombarda c’è il fratello dell’ex parlamentare Giorgio Sorial, Samuel e il fratello dell’ex vice ministro Stefano Buffagni, Davide. Troppi pochi voti invece per Ergys Haxhiu, il compagno della ministra Dadone. L’ex procuratore Cafiero De Raho sarà in Emilia e in Calabria. L’ex magistrato Roberto Scarpinato è il capolista in Calabria e Sicilia. Ettore Licheri (sardo) guiderà il M5S in Piemonte e Toscana. Il ministro Stefano Patuanelli, capolista senza chance in Friuli, plana nel Lazio e in Campania. Conte farà il capolista in 4 regioni: Lombardia, Campania, Puglia e Sicilia. Per l’uninominale potrebbe candidarsi a Foggia oppure, stando alle voci che si rincorrono da giorni, optare per una sfida all’O.K. Corral contro Luigi Di Maio, a Pomigliano.

Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verification for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.